Sintomi delle vene varicose

segni e sintomi di vene varicose sulle gambe

Il sistema circolatorio, come qualsiasi organo del corpo umano, necessita di un allenamento costante e del mantenimento di un tono sano. Il cuore svolge la funzione di pompa nel corpo, ma nel tempo, soprattutto se il tono dell'apparato venoso si riduce, diventa sempre più difficile per lui svolgere la sua funzione.

Le valvole indebolite sulle pareti delle vene smettono di chiudersi completamente e il sangue inizia a ristagnare nelle vene. Per questo motivo, si espandono ancora di più e si crea una sorta di circolo vizioso.

I difetti del sistema venoso si osservano solitamente nella parte inferiore del corpo. Questa localizzazione è spiegata dall'influenza della gravità. È dagli arti inferiori che è più difficile "pompare" il sangue. Esistono diversi gruppi di malattie: vene varicose pelviche, vene varicose nelle gambe e vene varicose dell'utero.

I sintomi di ogni gruppo sono completamente diversi. I cambiamenti possono essere osservati sia nelle vene superficiali che in quelle profonde dell'arto inferiore. Inoltre, la sconfitta dei vasi superficiali viene rilevata nella fase primaria.

Ci sono una serie di fattori che suggeriscono vene varicose: i sintomi alle gambe sono gonfiore, sensazione di "pesantezza" alle gambe, distensione, bruciore. Tutti questi sintomi sono uniti da una proprietà, che consente di capire che si tratta proprio di vene varicose: i sintomi in una fase iniziale di sviluppo scompaiono senza lasciare traccia al mattino.

Le cause delle vene varicose

Quali sono le principali cause di alterazioni nelle vene degli arti inferiori? Le vene varicose sono più acquisite delle malattie ereditarie. Sebbene ci siano famiglie in cui ogni generazione ha sintomi di vene varicose degli arti inferiori. Ma ancora non c'è consenso sulla predisposizione ereditaria.

La posizione prolungata sulle gambe provoca la comparsa di vene varicose.

come si manifestano le vene varicose sulle gambe

I principali fattori di rischio per questa malattia sono: obesità, abitudini lavorative (più spesso osservate nelle persone che devono stare in piedi per molto tempo durante una giornata lavorativa), sollevamento pesi, indumenti stretti che comprimono i vasi sanguigni.

Se appartieni a un gruppo a rischio, devi monitorare attentamente le tue condizioni e consultare immediatamente un medico quando compaiono i primi sintomi delle vene varicose.

Come notato sopra, la prima manifestazione della malattia può essere associata all'affaticamento serale alle gambe. Ciò accade perché tutte le manifestazioni spiacevoli scompaiono al mattino. La persona si sente riposata e non vede motivo di preoccuparsi.

Sintomi delle vene varicose degli arti inferiori

È questo il motivo per cui una diagnosi di vene varicose degli arti inferiori può essere fatta decenni dopo - i sintomi sono molto difficili da riconoscere nelle prime fasi. Diamo un'occhiata più da vicino a loro.

Dolore

Può essere assolutamente qualsiasi manifestazione, da un lieve disagio a una condizione in cui sono necessari farmaci antidolorifici. La natura del dolore può anche essere diversa: bruciore e dolore, dolori tiranti e crampi notturni, dolore quando si cammina o lungo l'intera lunghezza dei vasi.

Qualsiasi dolore alle gambe non correlato a un trauma dovrebbe indurre a chiedersi se non sia un sintomo delle vene varicose degli arti inferiori.

Anche tra le manifestazioni delle vene varicose si può notare quanto segue:

  1. Comparsa di edema serale.
  2. La comparsa di una sensazione di "pesantezza", pienezza alle gambe.
  3. Un altro sintomo importante per le vene varicose degli arti inferiori è un cambiamento nella pelle. La pelle diventa più secca, quindi compaiono macchie di pigmentazione, che possono aumentare ulteriormente e portare allo sviluppo di ulcere trofiche.
  4. Sulla pelle appare uno schema di piccoli vasi sottocutanei. La ragione del suo verificarsi è la stessa: le vene sono dilatate e più visibili.
  5. Nelle fasi successive dello sviluppo della malattia, è possibile osservare le vene dilatate della gamba e dei piedi con varie forme di dilatazione. Questo è il sintomo principale delle vene varicose: il trattamento deve essere iniziato immediatamente!

Fasi di sviluppo

La manifestazione dei segni della malattia può essere suddivisa in fasi:

  1. Primo stadio: i difetti estetici diventano visibili.
  2. La seconda fase: c'è un disagio serale alle gambe.
  3. Il terzo stadio: compaiono edema, pigmentazione, sensazione di pienezza alle gambe.
  4. Il quarto stadio: compaiono ulcere trofiche.

Dopo aver scoperto i segni primari, è necessario iniziare immediatamente il trattamento per le vene varicose: i sintomi non scompariranno da soli.

La malattia non scomparirà da sola. Se la malattia è ritardata, possono verificarsi gravi complicazioni come tromboflebite, trombosi e sanguinamento venoso.

Possibili complicazioni

possibili complicanze delle vene varicose

La trombosi (blocco completo del letto venoso) e la tromboflebite (infiammazione della parete venosa) si verificano improvvisamente e sono le condizioni più gravi che (in una combinazione sfavorevole di circostanze) possono portare alla perdita di un arto.

Le vene varicose possono portare a trombosi.

Caratterizzato dalla comparsa di dolore acuto insopportabile, può verificarsi scolorimento della pelle (arrossamento o viraggio al blu) e si può osservare il suo dolore superficiale.

In una situazione in cui si rompe un coagulo di sangue, l'intero corpo è già a rischio e, in caso di tromboembolia (intasamento di un vaso con un trombo), i vasi polmonari o altri vasi vitali possono portare alla morte.

Il trattamento della malattia è prescritto da un medico. Quando compaiono i primi sospetti di vene varicose degli arti inferiori o del piccolo bacino, dovresti assolutamente cercare aiuto.

Un flebologo qualificato prescriverà la giusta combinazione di farmaci, medicina tradizionale e fornirà anche raccomandazioni di base per cambiare stile di vita. Dopotutto, è lui il fattore principale nello sviluppo della malattia.