Cause e trattamento delle vene varicose della piccola pelvi nelle donne

Vene varicose della piccola pelvi in ​​una donna incinta

Le vene varicose della piccola pelvi nelle donne sono caratterizzate dal loro aumento di diametro e tortuosità. Molto spesso, questa condizione è associata a disfunzione delle valvole venose. Nonostante la sua prevalenza piuttosto elevata, questa malattia viene diagnosticata raramente.

Ciò è dovuto alla varietà di sintomi, il principale dei quali è sempre il dolore. È tipico delle patologie ginecologiche, neurologiche, gastrointestinali. A volte la VVMT è mascherata da malattie del sistema muscolo-scheletrico, in particolare la sindrome radicolare e l'artrosi delle articolazioni dell'anca.

Descrizione e motivi

Le vene dilatate nel bacino non vengono sempre visualizzate, poiché spesso si trovano in profondità sotto la pelle. Questo è uno dei motivi della complessità della diagnostica. Con VVMT, l'elasticità e il tono delle vene diminuiscono, il sangue circola peggio e inizia a ristagnare. Come risultato del blocco e della distensione delle vene, viene creata un'ostruzione per il deflusso del sangue.

Al centro del meccanismo di VVMT c'è il fallimento delle valvole delle vene delle ovaie, a causa del quale il sangue scorre indietro e si verifica il reflusso. Ciò porta ad un aumento della pressione endovenosa e al ristagno del sangue, nonché alla formazione di ulteriori cerchi di circolazione sanguigna - collaterali.

Il fattore scatenante più importante è la displasia, un sottosviluppo del tessuto connettivo che colpisce circa un terzo della popolazione. La displasia è un difetto congenito in cui è ridotto il livello di collagene necessario per la forza vascolare.

Nel periodo postmenopausale, la gravità delle vene varicose diminuisce, il che testimonia a favore della teoria dell'influenza ormonale sullo stato delle vene.

Progesterone - l'ormone sessuale femminile, chiamato anche "ormone della gravidanza", può indebolire in modo significativo il tono del sistema venoso. Da un lato, riduce il tono uterino, prevenendo così l'aborto spontaneo e, dall'altro, indebolisce le pareti dei vasi sanguigni e li fa espandere. La situazione è aggravata dalla crescita dell'utero, che preme sempre più sulle grandi vene e provoca la formazione di vie di bypass del flusso sanguigno, collaterali. Ecco perché il VVMT è molto comune durante la gravidanza.

I fattori di rischio aumentati per le vene varicose includono:

  • attività fisica troppo alta o, al contrario, insufficiente;
  • gravidanza multipla;
  • parto multiplo o complesso;
  • malattie ginecologiche - endometriosi, fibromi, ecc . ;
  • uso a lungo termine di ormoni steroidei, compresi i contraccettivi.

Tipi e gradi

Donna incinta che assume farmaci per le vene varicose pelviche

Le vene varicose nella piccola pelvi sono di due tipi. Il primo tipo è chiamato vene varicose della vulva e del perineo, il secondo è la sindrome della congestione venosa pelvica. Entrambi i tipi possono svilupparsi isolatamente o combinarsi tra loro, il che accade più spesso. Le donne incinte affrontano principalmente lesioni venose vulvari, che in oltre il 91% dei casi scompaiono da sole dopo il parto.

BPVMT è anche classificato per origine e posizione. Per origine, le vene varicose si dividono in primarie e secondarie. Le vene varicose primarie si sviluppano a causa dell'insufficienza delle valvole venose. La gravidanza diventa il suo fattore scatenante. Le vene varicose secondarie sono causate da malattie sistemiche.

In termini di localizzazione, la VVMT è totale, quando tutte le vene della piccola pelvi sono interessate e parziale, interessando selettivamente una o più vene. A seconda del diametro delle vene, si distinguono 3 gradi di gravità:

  • 1 cucchiaio. - fino a ½ cm;
  • 2 cucchiai. - 0, 6 - 1 cm;
  • 3 cucchiai. - più di 1 cm.

Sintomi

I sintomi delle vene varicose includono:

  • distensione dolorosa e pesantezza nell'addome inferiore;
  • aumento del numero di secrezioni;
  • vari disturbi urinari;
  • rapido aumento di peso già all'inizio della gestazione.

Il dolore, di regola, aumenta dopo un rapporto sessuale, ipotermia, lunghe camminate o in piedi. Se le vene superficiali nei genitali e nella parte superiore delle cosce sono interessate, possono comparire vene e rete vascolare rosso-bluastra.

Spesso i segni delle vene varicose assomigliano alla cistite: minzione intensamente dolorosa in piccole porzioni.

Verso la fine della gravidanza, potrebbe verificarsi una sensazione di bruciore e gonfiore ai genitali. Un tale sintomo richiede un'attenzione speciale, poiché è possibile lo sviluppo di infiammazione o rottura delle vene, che può portare a gravi emorragie.

Qual è il pericolo di BPVMT

Le vene varicose possono causare diverse complicazioni potenzialmente letali. Prima di tutto, si tratta di tromboflebite o tromboembolia - un'infiammazione delle vene dilatate, che porta alla formazione di coaguli di sangue. Se un coagulo di sangue - un trombo - ostruisce un vaso, l'afflusso di sangue alla placenta verrà bloccato. Il risultato del blocco sarà l'insufficienza placentare e l'ipossia fetale.

Un'altra grave complicanza è la minaccia di aborto spontaneo e parto prematuro a causa della cattiva circolazione.

A causa delle vene dilatate, i medici potrebbero non consentire al parto naturale di ridurre al minimo il rischio di rottura delle vene, con conseguente sanguinamento interno o uterino.

Trattamento

Esercizio per le vene varicose pelviche

Nelle donne in gravidanza, la terapia farmacologica è limitata all'assunzione di flebotonici e farmaci antitrombotici. Con un forte dolore, è consentito utilizzare farmaci del gruppo di antinfiammatori non steroidei (FANS). Se c'è una minaccia di carenza di ossigeno del bambino, il trattamento viene effettuato in un ambiente ospedaliero con l'uso di farmaci antiipossici.

A partire dal quarto mese può essere eseguito un intervento chirurgico di flebosclerosi, durante il quale viene iniettata una venosclerosi nelle vene colpite. L'effetto della procedura viene valutato dopo 7 giorni, se necessario, ripeterlo. Gli indumenti compressivi devono essere indossati per tutta la settimana dopo l'intervento. È possibile portare a termine l'involuzione di vene in una sessione, ma più spesso è necessario eseguire 3-4 procedure di flebosclerosi.

La sindrome del dolore persistente e un grande diametro delle vene varicose superiore a 1 cm è un'indicazione per la chirurgia. Può essere eseguito solo nei primi 2 trimestri di gravidanza con metodi delicati di coagulazione laser o onde radio. Se l'EMCT è causato dalla retroflessione dell'utero, viene eseguita la chirurgia plastica sui legamenti uterini.

I medici consigliano alle donne incinte con diagnosi di vene varicose della pelvi di muoversi di più e di fare esercizi per prevenire il ristagno di sangue nella pelvi. Indossare un bendaggio compressivo e una dieta aiuterà a rallentare la progressione della VVMT.

Il menu deve essere composto in modo tale da contenere principalmente alimenti vegetali, nonché prodotti a base di latte fermentato e cereali in volume sufficiente.

Un contrasto crescente o una doccia perineale dà un buon effetto. Durante la procedura, la donna si siede su un sedile speciale a forma di anello, l'acqua viene fornita dal basso e diretta al perineo. La durata della procedura è di 3-5 minuti, il corso del trattamento comprende da 15 a 20 sessioni.

La prevenzione dello sviluppo e del progresso delle vene varicose si riduce principalmente all'ottimizzazione dell'attività fisica e della nutrizione. La cosa più importante è eliminare carichi statici e dinamici prolungati, oltre a regolare la dieta, introdurre più frutta e verdura nella dieta. Nelle fasi iniziali delle vene varicose, la terapia fisica e gli esercizi di respirazione aiuteranno l'uso di maglieria a compressione.